Seduzione Online ma attenti alle truffe

Che la seduzione online sia il trend attuale e´un dato di fatto noto a tutti. Che vi siano anche delle truffe legate a questa attivita´e´pero´qualcosa di inconsueto.

Ecco l’ennesima truffa online: si tratta di un raggiro amoroso per rubare soldi a ignari in buona fede in cerca damore: i truffatori trovano le loro prede via web tramite siti e chat fatti apposta per conoscere persone dell’altro sesso e poi le seducono fingendosi a loro volta innamorati. Quando l’altro è cotto gli chiedono in prestito soldi e poi puntualmente spariscono. Il fenomeno del raggiro romantico è sempre più diffuso, secondo quanto dimostra una indagine online condotta dalla psicologa Monica Whitty della University of Leicester. Dall’indagine è emerso che quasi la metà delle persone sa di cosa si tratta e che il 2% degli intervistati conosce qualcuno che è stato raggirato per amore.

Oggi sono sempre più diffusi siti di chat o siti a pagamento per conoscere nuove persone e magari trovare l’amore. Anche i social network moltiplicano le possibilità di trovare lanima gemella online. I truffatori si travestono virtualmente mettendo sul sito, al posto della loro, la foto di una persona attraente, si spacciano per persone amorevoli e affettuose e adescano la propria vittima fingendosi innamorati. Poi le chiedono soldi; o, se la vittima non li ha, chiedono di poter versare sul suo conto bancario del denaro; naturalmente si tratta di soldi sporchi da riciclare.

Dopo aver raggirato l’innamorata o l’innamorato, spariscono, rendendosi irrintracciabili. Secondo il sondaggio YouGov che ha coinvolto 2028 persone, il fenomeno è sempre più diffuso e di certo i casi sono sottostimati perché le vittime spesso si vergognano a denunciare laccaduto e la truffa resta sotto silenzio, sepolta dal dolore dellamore ferito. E il danno alla vittima è doppio, spiega la psicologa, perché non perde solo denaro ma subisce anche il lutto della fine di una storia damore in cui aveva creduto e il dolore della fiducia tradita.

Ora tenetevi forte:  la storia è una di quelle davvero folli e assurde. L’ultimo esempio di truffa online arriva dagli Stati Uniti e riguarda un 48enne di Chicago nell’Illinois ed è il classico esempio di vicenda vera ma inverosimile. Il poveraccio ha contattato la polizia per denunciare la scomparsa della sua fidanzata, una donna che non aveva mai incontrato, ma che da due anni e mezzo “frequentava” sui social network e alla quale aveva regalato la bellezza di 200.000 dollari. Inutile specificare che poi si è scoperto che tale donna non era mai esistita.

La polizia di Chicago ha ricevuto una denuncia di rapimento da parte di un 48enne che si è rivolto agli investigatori per informarli della scomparsa di una donna – la sua fidanzata – della quale aveva perso le tracce. Secondo quanto raccontato dall’uomo, era sparita da qualche giorno mentre si trovava a Londra.

Durante le domande di rito era emerso che i due avevano una relazione da due anni e mezzo, confinata però solamente al web. Non si erano mai incontrati e lui aveva avuto la geniale idea di regalarle in più tranches fino a un totale di 200.000 dollari con versamenti in conti bancari in UK, USA, Nigeria e Malesia…

Il 48enne aveva anche mostrato l’immagine di una carta d’identità come prova dell’esistenza della ragazza, ma gli investigatori gli hanno fatto notare che si trattava di un facsimile di una patente della Florida. La polizia ha riferito che l’uomo è rimasto “incredulo” dopo aver sbattuto contro la realtà. Fenomeno. Ecco una serie di incredibili avatar in un confronto fotografico con le persone reali che li muovono da dietro il monitor.